Laurea in Ingegneria elettronica

Presentazione

Obiettivo del corso di Laurea in Ingegneria Elettronica (durata di tre anni, per un totale di 180 CFU) è formare un Ingegnere che sia in grado di operare nei diversi campi dell’Ingegneria elettronica con adeguate conoscenze scientifiche. Gli ambiti applicativi riguardano le aziende dei settori dell’Ingegneria elettronica, biomedica, delle telecomunicazioni e dell’Ingegneria industriale.

Il corso ha l’obiettivo di formare laureati in grado di utilizzare tecniche e strumenti per la progettazione di componenti, apparati e sistemi, di saper condurre esperimenti e di saperne analizzare ed interpretare i risultati in un contesto definito, comprendente anche l’impatto delle soluzioni ingegneristiche nel contesto sociale e fisico-ambientale.

Inoltre, il percorso di studi garantisce il possesso delle conoscenze necessarie per poter proseguire gli studi nelle lauree magistrali in Ingegneria, o di entrare nel mondo del lavoro come progettista junior.

Contenuti formativi

Il Corso di Studi, progettato per fornire le competenze necessarie a questa figura professionale complessa e in continua evoluzione, si articola nei seguenti punti:

  • MATERIE DI BASE – Conoscenze degli aspetti teorici e tecnico-scientifici delle materie di base e della loro applicazione a contesti ingegneristici.
  • CONOSCENZE DI CONTESTO – Ampio numero di insegnamenti comuni a tutti gli studenti, con una prevalenza degli insegnamenti su settori caratterizzanti la figura professionale dell’ingegnere elettronico.
  • ANALISI E MODELLI – Capacità di analizzare sistemi complessi a partire dalle conoscenze acquisite durante gli studi.
  • ESPERIENZE DI LABORATORIO – Esercitazioni pratiche di laboratorio per consolidare e applicare le conoscenze teoriche acquisite.
  • MULTIDISCIPLINARIETÀ – Fornire un’ampia offerta di insegnamenti a scelta in linea con la trasversalità del laureato in Ingegneria Elettronica rispetto alle sue declinazioni (bioingegneria, tecnologie della comunicazione e dell’informazione, elettronica per l’industria e l’innovazione).
  • INTERNAZIONALIZZAZIONE – Fruizione della mobilità internazionale, sia europei che extra-europei, per periodi di formazione, tirocini e tesi.
  • SOFT SKILLS – Autonomia, flessibilità, organizzazione, gestione informazioni, comunicazione, team-working.

Incentivi e Borse di studio

Il dipartimento, annualmente, bandisce 75 Borse di studio, dell’importo di 600 € ciascuna, per nuovi immatricolati delle Lauree Triennali.

È possibile partecipare al bando di concorso di LazioDisco per richiedere Borse di Studi, posti alloggi o contributi per la mobilità internazionale. Per ulteriori informazioni, anche in relazione ai requisiti di merito, alla durata dei benefici, ai criteri seguiti per la creazione delle graduatorie, si rimanda al sito Laziodisco.it. Inoltre il Dipartimento di Ingegneria bandisce ogni anno delle borse di studio di merito per le matricole in ingresso.

Internazionalizzazione

Tra i tanti programmi internazionali, sicuramente il Programma Erasmus+ è il più conosciuto, permette di svolgere parte del ciclo di studi presso un’università europea o extra- europea. È possibile frequentare i corsi, sostenere esami che verranno riconosciuti al rientro, partecipare alla vita universitaria dell’università ospitante. Il programma Erasmus+ prevede un contributo finanziario ‘borsa Erasmus’ per le spese di soggiorno all’estero.

Sbocchi lavorativi

La laurea in Ingegneria elettronica offre un’elevata flessibilità occupazionale e possibilità di gratificazione professionale. Per questa ragione, anche tenendo conto delle evoluzioni del mercato del lavoro nei settori industriali, la probabilità di trovare occupazione rimane comunque elevata. La richiesta di figure professionali di questo genere arriva, infatti, dalle aziende di tutti i settori industriali, dove si utilizzano in modo massiccio sistemi di produzione, misura, controllo, elaborazione e trasferimento dell’informazione, fondati sull’elettronica e sull’ingegneria dell’informazione in genere. Il profilo formativo permette quindi di operare nei settori della progettazione, produzione, esercizio e manutenzione di apparati e sistemi elettronici o informatici, legati alla produzione industriale elettronica, alle telecomunicazioni, alla sanità ed a tutti quei sistemi complessi in cui questi apparati vengono utilizzati. In particolare, nel percorso formativo si sono inseriti contenuti professionalizzanti specifici.

I laureati in Ingegneria elettronica trovano naturale impiego:

  • nelle Aziende che progettano, producono e vendono dispositivi o sistemi elettronici, in campo industriale, biomedico, delle telecomunicazioni;
  • nelle Industrie manifatturiere di ogni tipo all’interno delle quali si occupano degli aspetti legati all’automazione, alla gestione dei dati e delle misure, al controllo, ai sistemi informatici e ai sistemi di comunicazione;
  • nelle Aziende pubbliche e private fornitrici di servizi di telecomunicazione e telerilevamento terrestri o spaziali;
  • nelle Aziende fornitrici di servizi telematici;
  • nelle Aziende sanitarie, per la gestione della strumentazione biomedica;
  • nella progettazione, realizzazione e gestione di servizi innovativi per la sanità;
  • nei laboratori di misura e controllo della qualità;
  • come liberi professionisti, nei campi dell’analisi, progettazione e gestione di sistemi elettronici, delle telecomunicazioni, dell’automazione, della sicurezza, della sanità e della gestione della qualità.
Link identifier #identifier__199252-6Link identifier #identifier__91083-7Link identifier #identifier__76798-8Link identifier #identifier__77902-9
rspica 07 Febbraio 2020